lunedì 24 ottobre 2016

LOGOrrea

Rieccomi qui pronta a propinarvi altri "tentati" loghi.
Parliamo ancora un poco delle mie imprese da zooper, questo è uno dei vari loghi con cui partecipai al conteste per un nome ed un logo per un parco divertimenti a Venezia, a dire la verità partecipai con qualche esitazione, comunque riuscii a produrre, tra le varie proposte, un paio di cose piuttosto interessanti...
Questo è il GONDOSMILE, incrocio tra una gondola  e il notissimo Smile, l'abusatissimo facciotto con il sorriso contagioso.
A proposito di gondole..nello studiare come è fatto il pettine della gondola mi inventai il Gondolo un personaggino niente male, questa è una prima versione
poi, in pieno delirio di onnipotenza, da una costola del Gondolo ha fatto anche la Gondola


I miei gondoli alla fine li ho tenuti per me, ma ve li mostro perchè in fin dei conti mi piacciono parecchio, anche se li ho scartati perchè fin troppo "fumettosi", e mi pareva che non legassero con le richieste del brief.
Per finire, almeno per oggi, ecco tre proposte prodotte per un contest stavolta targato starbytes, il logo è per una azienda agricola specializzata nella produzione di carne di toro...qualunque cosa ne pensino i tori!
Inizialmente nel brief si era parlato di produzione di carne bovina, così mi produssi in questa mucca

  
Poi il cliente specificò che le mucche non rappresentavano il prodotto, in quanto l'azienda produce principalmente carne di toro, così sono passata a questi  altri bovini, ma anche loro evidentemente rispondevano poco all'aspettativa del cliente, virtuale ovviamente! 

Per oggi vi saluto, spulcerò nell'archivio per vedere se c'è qualcos'altro di interessante...(continua...forse).

domenica 23 ottobre 2016

CERCASI GRAFICO

Ve lo aspettavate il mio ritorno dopo sole 48 ore? Il fatto è che ho deciso di far diventare questo blog una specie di vetrina (o book o anche portfolio) dei miei "talenti creativi" di grafico ed illustratore. Sono alla ricerca di una nuova attività/identità e alle mie mila lettere di presentazione che invio quotidianamente allego, oltre al curriculum, il link a questo blog, lo so esistono siti fatti apposta e prima o poi creerò un mio profilo su Behance...e lascerò tranquilli voi.... a proposito di voi, ho visto che qualcuno viene a curiosare in questo spazio da svariati angoli del mondo, ovviamente ne sono deliziata e anche molto incuriosita, grazie a tutti, ma sotto sotto credo che qualcuno ci sia capitato per sbaglio o meglio per essere uscito fuori rotta durante la sua navigazione di internauta.
Vi proporrò giusto qualche logo con cui ho partecipato a dei contest, senza cavarci un ragno dal buco.
Con incrollabile ottimismo, produco varie proposte per contest promossi da un paio di piattaforme.

Questo è il lavoro più recente, nuovo logo per l'azienda PIXARTPRINTIG, contest pubblicato dalla piattaforma ZOOPPA.
Ecco come è nato e come si sarebbe potuto sviluppare


E adesso, ma per oggi sarà l'ultimo, ecco la mia proposta di logo per la città di Como, altro zooppa-contest.

...e queste sono le variazioni:

..Alla prossima!

venerdì 21 ottobre 2016

..A PROPOSITO DI VECCHIUME....

"Ricomparire dopo tanto tempo con una cosa stravecchia è davvero opinabile"...direte voi,  " ma quando mai" dico io, state a sentire. Questo fumettino ha  una storia....Dunque mi esercitavo  nel disegno fumettoso e non stimolatissima dall'amicizia con  Paola e Simona, due  compagne di viaggio per un bel pezzo della mia vita (per ora ho perso di vista la prima ma ancora mi vedo e mi sento con Simona), Simona mi fece conoscere un fumetto bellissimo: Cybersix, https://it.wikipedia.org/wiki/Cybersix disegnato da un autentico Artista -assolutamente geniale nel bianco e nero- argentino, Carlos Meglia. L'inventiva, per tacere della bravura, di quell'uomo è assolutamente straripante...ero molto colpita dalla composizione delle tavole, realizzate con una visione unitaria che mi ricordava un po Andrea Pazienza e parecchio il montaggio che si usa al cinema.
Per farla breve volli provare ad utilizzare il linguaggio del fumetto in bianco e nero netto, cioè senza grigi,per realizzare una cosa che avevo in mente da parecchio, cioè raccontare una storia d'amore in cui uno si consuma e l'altro si illumina (in questo caso alla lettera).
Il risultato mi parve buono, anche perchè lo disegnai praticamente di getto, proprio come se lo avessi avuto in mente da sempre, ma quando lo mostrai orgogliosamente alle amiche mi resi conto che la candelina è una copia di un disegno fatto da Paola, la quale infatti, non credendo ai suoi occhi, disse: " ma come, mi copi la candelina?"...proprio così mi era piaciuta così tanto la candela che me la sono fagocitata "dimenticando" -provvidenzialmente, potrebbero aggiungere i maligni- la maternità della candela.
Volendo poi trovare il pelo nell'uovo neanche la storia è nuova, la mia mamma mi diceva sempre che nella vita c'è chi da e chi prende, anche se lei si riferiva alle relazioni umane non certo a candele e fiammeferi.

lunedì 6 giugno 2016

VECCHIE IDEE

......ancora una volta niente di nuovo, ma cose alquanto stagionate: gli uccelli volano verso il sole ed i polli arrosto verso l'appropinquarsi dell'ora di pranzo...e anche questo non è nuovo!

lunedì 26 ottobre 2015

IL PESCATORE DI NOTE

Parecchio tempo fa, dedicai ad un amico musicista questo disegno, molti anni dopo il disegno mi ha ispirato una filastocca per bambini nonché per cretini di tutte le età. Per moltissimo altro tempo questi preziosi versi sono stati a prendere polvere nello scaffale dei faldoni dove archivio, peraltro in modo assai discutibile, il mio lavoro. Oggi la filastocca di accompagno è ritornata alla luce ripescata  del tutto casualmete stamattina all'alba (nel senso di indecentemente presto).
Vi propongo il tutto.


Esisteva un bel signore
che suonava a tutte l'ore:
e che bella melodia,
ci strimpella anche la zia!
Nella sua bella stanzetta
era sempre un operetta.
Ma un mattino, che disdetta!
disse: "via dalla stanzetta!
Meglio in giro per il modo
a cercar nel suo profondo
note nuove ed armonie
che non siano solo mie,
ma raccontin di me stesso
e del mondo come è adesso."
E così, assai contento,
diede seguito all'intento.
Fatto tosto il fagottello,
andò in cerca di un battello
che salpasse ben veloce
per seguire quella voce.
Ma girando per il mondo
gli sembrò di essere tonto:
che rumore, che fracasso
questo mondo è uno sconquasso!

Tante note, troppi suoni,
ci saran rumori buoni?
Si, se prendi quel frastuono
e lo cambi un po' di tono,
e poi il tempo: che sia giusto
e vedrai con quale gusto
tutti ascoltano il trambusto.
Ecco dunque l'armonia,
per davvero una magia,
che trasforma anche il rumore
in un suono con il cuore!





mercoledì 14 ottobre 2015

LA MATITA DANZANTE E LA SUA CREATURA

Ciao, era da un pezzo che si vedevano matite! Bene, eccola qui la nostra eroina dell'anno, intenta in una sconsideratamente leggiadra danza che genera segni aggrovigliati e figure incomplete, ma sicuramente perplesse, tormentate dalle grandi domande della vita, tipo "ma che fai, mi lasci così?"
Povera! Ma d'altra parte prima o poi ce lo siamo chiesti tutti.

lunedì 20 luglio 2015

COSA VUOI FARE DA GRANDE?

I fumetti! Poi, a quanto pare,  non sono riuscita ad organizzarmi, e fosse solo questo: non ho fatto studi artistici sistematici, sono semi-auto-didatta, in conclusione ogni mia idea sfida a singolar (ma anche plural) tenzone le mie capacità, una faticata...e non parliamo del nervoso. In fin dei conti questo è uno dei pochissimi fumetti mai realizzati, anche questo è datatissimo!